La doula non ha competenze mediche ed è una figura  formata per dare un supporto psico-emozionale alla partoriente.

Il ruolo della doula è ascoltare, rassicurare e valorizzare le risorse naturali che ciascuna donna racchiude in sé. Sostenere il futuro padre e coinvolgerlo, se lo desidera, in ciò che sta vivendo la futura mamma. Durante la gravidanza ed il parto la doula rafforza e sostiene il ruolo del partner.

Essa nutre e protegge, senza giudicare, l’esperienza di nascita di ciascuna mamma e di ciascun bambino: in  parti naturali, a casa o in ospedale, con epidurale, parti medicalizzati e con taglio cesareo, parti dopo esperienze difficili o traumatiche.

Dopo la nascita aiuta ad elaborare l’esperienza del parto.

Essa è una figura indipendente – senza turni da rispettare – può essere dunque presente durante l’intero travaglio, il parto e dopo la nascita. Da qualche tempo gli ospedali inglesi hanno iniziato ad assumere le doule, mentre negli USA ed in Olanda questo accade già da diversi anni.